Conto corrente per protestati

Conto Corrente per Protestati
Conto Corrente per Protestati

I conti correnti per protestati sono delle soluzioni non facili da trovare. Indubbiamente per chi ha avuto dei problemi finanziari legati al protesto (sia da cambiale che da assegno bancario) l'apertura di un nuovo conto corrente comporta non pochi problemi, scopriamo se ci sono delle soluzioni.

Il conto corrente per protestati è una soluzione che possono richiedere coloro che hanno avuto problemi in passato con il pagamento di cambiali o di assegni (non onorando questo impegno).

Nel caso in cui si sia stati segnati nel registro dei protesti e prima della cancellazione dallo stesso, il conto corrente per protestati è una delle poche soluzioni che si possono avere.

Cosa prevede, in Italia, la normativa sull'apertura del conto corrente a protestati?

Sostanzialmente, la legge non prevede alcun divieto in merito all’apertura di un conto corrente per chi è stato protestato. D’altra parte, gli istituti di credito non aprono solitamente un conto corrente a chi è stato segnato nel registro dei protestati. Per questo motivo ci sono anche delle alternative al conto corrente per protestati, come ad esempio una carta prepagata o una carta prepagata con IBAN.

Chi può fare richiesta di apertura di un conto corrente per protestati?

Tutti coloro che sono stati segnati nel registro dei protesti possono fare domanda di conto corrente per protestati.

Quali sono i documenti necessari?

Solitamente i documenti necessari per aprire un conto corrente sono i documenti di identità e qualunque altra informazione relativa al proprio “status economico e lavorativo”.

Tempi di apertura del conto corrente per protestati?

La valutazione relativamente all’apertura di un conto corrente per chi è stato protestato potrebbe richiedere diversi giorni, anche in considerazione del fatto che l’istituto di credito deve valutare attentamente la situazione di chi ha fatto domanda di apertura del conto corrente.

Conto corrente personale

A livello personale è difficile che la banca possa aprire un conto corrente per chi è stato protestato, anche se in realtà si potrebbero quanto meno lasciare delle funzionalità base, almeno, evitando funzioni come le carte di credito che, invece, potrebbero mettere “più a rischio” il denaro della banca in sé. Il denaro che viene usato tramite carte di credito, infatti, è “prestato” dalla banca al cliente, mentre quello usabile tramite funzione bancomat è esclusivamente quello che il cliente deposita sul suo conto corrente.

Conto corrente business

A livello business, se sei il proprietario di un’impresa individuale o sei un libero professionista e dovessi essere iscritto nel registro dei protestati, le cose potrebbero farsi “cattive” per la tua azienda e per il tuo business. Scopri che soluzioni puoi adottare.

Conto corrente on line

Sappiamo che gli istituti di credito propongono, oltre al tradizionale conto corrente, anche dei conti correnti online, che possono essere richiesti direttamente in rete. Il conto corrente virtuale è scelto da sempre più persone che preferiscono fare tutto con il computer. L’alternativa del conto corrente on line per protestati potrebbe essere presa in considerazione anche da chi è stato iscritto nel registro dei protestati, scopriamo come.

Apri un conto corrente Widiba