Conto corrente Estero N26 per cattivi pagatori e protestati. Conviene aprire questo conto tedesco? Opinioni e Recensioni 2019

Conto Corrente per Protestati
Conto Corrente per Protestati

Guida completa al conto corrente tedesco N26, una soluzione interessante anche per i cattivi pagatori ed i protestati. Si può aprire? Conviene?

Carta Hype di Banca Sella

In questa guida parleremo del conto corrente estero N26 (è tedesco) in riferimento a protestati e cattivi pagatori, un conto totalmente online che consente di gestire, organizzare i propri risparmi ed effettuare pagamenti e prelevamenti in maniera semplice e, soprattutto, molto economica! Per la precisione si tratta di un servizio erogato dalla banca tedesca N26, che al momento non ha nessuna sede fisica: insomma una banca digitale e non in senso lato!

N26 sito ufficiale »

Perché abbiamo scelto proprio il conto N26? Presto detto: chi ha avuto protesti o è segnato alla Crif come cattivo pagatore, incorre spesso nel grosso problema di vedersi chiudere in faccia le porte di tantissime banche.

Gli istituti di credito tendono infatti a non concedere servizi a chi ha uno storico creditizio negativo; se ciò è comprensibile, ad esempio, per assegni,prestiti o mutui, risulta più difficile coglierne la ratio nel caso di un conto corrente.

D’altro canto, se è vero che la banca non può negarti per legge l’apertura di un conto, non è però neppure tenuta a concedertelo. Si tratta pur sempre di istituti privati, e un sì o un no dipendono unicamente dalla volontà del direttore di filiale.

Un protestato o un cattivo pagatore rischia insomma di ritrovarsi preclusa la possibilità di un conto corrente. Se fino a 20 anni fa non avere un conto era pressoché la norma, proviamo a oggi a pensare a quanto la finanza sia pervasiva nelle nostre vite. Un esempio su tutti: come paragonare la comodità di domiciliare le utenze tramite RID bancario alle lunghe e noiose file presso istituti di credito o filiali delle Poste? O ancora, dove ricevere l’accredito dello stipendio o della pensione se non su un conto corrente?

Sembra proprio inimmaginabile farne a meno, e per questa ragione parleremo del conto corrente N26 per protestati e cattivi pagatori.

Vediamo subito le caratteristiche salienti di questo prodotto e la sua convenienza rispetto ad un conto tradizionale.

Conto corrente N26: come funziona

Il conto corrente N26 nient’altro è che un’app facilmente scaricabile da qualunque piattaforma di distribuzione presente sul tuo smartphone. La società, nata come start-up e oggi diventata punto di riferimento per migliaia di correntisti, promette un’apertura in soli 8 minuti. L’abbiamo messa alla prova e sì, basta davvero pochissimo tempo!

Oltre all’app sul telefono è disponibile anche la Web App per potere effettuare operazioni tramite computer, le cui dimensioni dello schermo possono risultare più comode rispetto a quelle di uno smartphone. Attenzione però: avere l’app sul telefono è condizione necessaria per aprire il conto, clausola senza la quale il contratto non potrà essere accettato.

La Web App è un plus, una “coccola” pensata per farti avere la banca su qualunque device. Se hai necessità di consultare il tuo conto o inoltrare un bonifico, e la batteria dello smartphone ti sta abbandonando, ecco che la Web App si palesa in tutta la sua utilità.

Conto corrente N26: il conto base gratuito

Più che di conto corrente al singolare sarebbe meglio parlare al plurale. Esistono infatti quattro profili a scelta dell’utente, di cui uno, quello base, completamente gratuito. Tenendo in considerazione le proprie esigenze si potrà scegliere il piano più adatto e rispondente a ciò che si sta cercando.

Iniziamo subito col dire che il conto base offre diversi servizi gratuiti: carta di debito Mastercard inclusa, bonifici all’interno dei Paesi SEE e in Svizzera e prelevamenti da qualunque ATM all’interno dell’UE, a fronte invece delle commissioni applicate normalmente dalle banche se si preleva presso altri istituti.

Ma cosa accade al di fuori dell’Eurozona? Niente paura, in tutti i casi il risparmio è assicurato! Se hai necessità di effettuare un bonifico oltre i confini dell’Unione Europea, sull’app trovi il servizio in partnership con TransferWise, che consente pagamenti internazionali in 19 differenti valute. Anche in questo caso tutto all’insegna della gratuità. Altra parola d’ordine è trasparenza: sulla schermata si trova un convertitore di monete, così da avere sempre chiaro, ad esempio, a quanti euro corrispondono i dollari che hai inoltrato senza dovere consultare su una pagina web i tassi di cambio attuali.

Ulteriore possibilità per i pagamenti, sia nazionali che internazionali, è Moneybeam, che possiamo paragonare ad una sorta di Paypal: allo stesso modo, infatti, puoi mandare o richiedere una certa quantità di denaro a parenti e amici, con la sicurezza di accrediti in tempo reale.

I prelevamenti in valuta estera sono invece soggetti ad una commissione dell’1,7%, ma ti basterà fare un giro per le pagine web delle principali banche per notare quanto la loro quota sia spesso oltre il doppio rispetto a questa piccola percentuale.

Conto corrente N26: gli altri profili a pagamento

Se sei un assiduo viaggiatore per piacere o per lavoro, troverai sicuramente perfetto il conto corrente N26 Black, pensato proprio per andare incontro alle esigenze degli Ulisse che si avventurano oltre i confini nazionali. Il canone mensile ammonta a 5,90€, piuttosto ridotto se guardiamo tutti i servizi offerti. Il conto corrente N26 Black include infatti, oltre a tutti i benefit del conto base, anche coperture assicurative ogni volta che ti trovi all’estero e capita un disguido. Ritardi aerei, furti, valigie smarrite, ticket di un pronto soccorso, ad esempio. Ebbene, tutte queste spese ti vengono rimborsate, basta solo inviare la richiesta tramite app.

Ulteriore vantaggio riguarda l’assenza di commissioni per i prelevamenti in valuta estera, cui N26 garantisce tassi di cambio reali. Nessuna commissione nascosta che aumenta i margini di guadagno, come invece purtroppo accade non di rado negli istituti di credito tradizionali.

Il terzo profilo è il conto corrente N26 Metal, al prezzo di 14,90€ mensili; il conto aggiunge alle prestazioni fin qui elencate anche un customer care dedicato, esclusive offerte partner e spedizione express gratuita della carta Mastercard.

Concludiamo la rassegna con il conto corrente N26 Business, che siamo certi farà la felicità dei lavoratori autonomi. In questo caso il contratto prevede che ne si faccia un uso lavorativo, sostanzialmente legato a spese e transazioni di denaro legate alla tua sfera occupazionale. Per ogni esborso che ha a che fare con il tuo lavoro riceverai un piccolo “premio di consolazione”, ossia lo 0,1% di cash-back sugli acquisti effettuati con la MasterCard. Il totale ti sarà accreditato a scadenza trimestrale. Sottolineiamo l’importanza di farne un uso prevalentemente per il business, ma nulla di vieta, ogni tanto, di pagare tramite questo conto una cena, dei biglietti per il cinema o perché no una vacanza.

Conto corrente N26: è sicuro?

Come detto, N26 è una banca totalmente online: è grazie a questa caratteristica che la società può abbattere i costi di gestione fisica e offrire servizi gratuiti e low-cost. Un ambiente digitalizzato può tuttavia lasciare perplessi i correntisti più tradizionali, soprattutto se si parla di sicurezza.

Su questo punto vogliamo subito rassicurarti: il conto corrente N26 è praticamente blindato contro furti e frodi. Anzitutto l’accesso all’app è vincolato da un codice personale impostato dall’utente stesso; tale codice può essere o come i classici PIN, dunque numerico, oppure consistere nella tua impronta digitale, per un ulteriore livello di sicurezza. Se dovessi perdere il telefono o dovessero rubarlo, di certo nessuno potrà replicare la tua impronta digitale!

Altra nota importante riguarda la carta di debito. Come ogni MasterCard, anche quella associata al conto N26 prevede il MasterCard Secure Code, una lunga password, anche in questo caso numerica, generata in maniera univoca per ogni acquisto online. Nessuna operazione viene condotta a termine senza l’inserimento di questo 3D secure, dunque sei protetto, oltre che dalla frode che potrebbe seguire un eventuale furto, anche dalla possibilità di una clonazione della carta.

Nel primo caso ti raccomandiamo di bloccare immediatamente la MasterCard tramite l’app; con la stessa facilità puoi sbloccarla in caso di ritrovamento. Puoi comunque sempre chiedere un duplicato che ti verrà inviato al costo di 6€.

In ultimo, menzioniamo le notifiche push. Ad ogni addebito sul tuo conto appare una notifica sul telefono, cosa che potrebbe risultare d’impatto fastidiosa ma è in realtà utilissima perché ti avverte istantaneamente di ogni movimento, evitando così reiterati prelevamenti coatti.

Conto corrente N26: è adatto ai protestati?

Abbiamo messo alla prova il conto corrente N26 e la nostra percezione è che sia un’ottima soluzione per i protestati ed i cattivi pagatori.

Non lo abbiamo ancora detto, ma è bene dedicare due parole riguardo l’iscrizione. Sappiamo bene come le banche chiedano documenti di qualunque genere, in primis lo storico creditizio. Se non lo chiede, in tutti i casi può avere accesso alla CRIF e al Registro Protesti; ciò può condurre a dinieghi e porte chiuse in faccia. Al contrario, al momento dell’apertura di N26 non ti sarà chiesto nulla al di fuori dei necessari documenti di riconoscimento. Che tu sia un cattivo pagatore o protestato, alla banca non importa, semplicemente perché non verrà mai a saperlo!

Con il conto corrente N26 i periodi economicamente difficili vengono lasciati alle spalle, e sei libero di ricominciare. Un conto ti sarà pertanto necessario, sia nel caso di lavoro dipendente che di lavoro autonomo, ma anche per la domiciliazione delle utenze, o anche solo evitare di girare con troppi contanti nel portafogli e potere pagare con la carta di debito in tutta comodità.

Ovviamente anche il conto corrente N26 ha dei limiti, che comunque coincidono con quelli posti da qualunque banca sul suolo europeo (e non solo). Niente assegni né prestiti né mutui, per farla breve.

N26 ti offre però tutto ciò che ti occorre per un uso normale e quotidiano del tuo denaro: bonifici, prelevamenti, possibilità di tenere sotto controllo i tuoi risparmi tramite la categorizzazione automatica delle spese e inserire limiti di spesa e di prelievo, strumento utilissimo per razionalizzare la liquidità.

Conto corrente N26: conviene?

La grafica lineare, l’interfaccia intuitiva e user friendly, e l’ampia gamma di servizi messi a disposizione da N26 rendono il suo conto corrente adatto a chiunque. Pensiamo, come abbiamo detto, a protestati e cattivipagatori cui non è negata la possibilità di avere uno strumento finanziario ad oggi indispensabile, o ai freelance che possono facilmente categorizzare le spese lavorative e, non si sottovaluti, averne un ritorno remunerato. E che dire di studenti e pensionati, o altre fasce deboli, che possono risparmiare gli esosi canoni annui dei conti correnti tradizionali?

È un prodotto sicuramente innovativo, seppur il ventaglio di offerta sui conti correnti online si stia allargando giorno dopo giorno. Il conto N26 riesce comunque ad emergere e risultare altamente competitivo grazie alla sua doppia natura: da un lato tutte le funzioni di un classico conto corrente, dall’altro le spese azzerate come per le carte prepagate.

L’app è poi particolarmente veloce e senza rischio di arresto improvviso, proprio perché priva di orpelli e funzioni che, diciamo, non utilizza quasi nessuno. Il conto corrente N26 punta infatti alla funzionalità, contemplando solo ciò che effettivamente serve ed è utile. Per questa ragione riteniamo sia una delle migliori soluzioni bancarie presenti sul mercato, un prodotto flessibile e alla portata di tutti.

Carta Hype di Banca Sella